La formazione rappresenta il motore sempre attivo di AGIPPsA. La mission dei Gruppi è creare occasioni di confronto e crescita continua sui temi rilevanti e attuali che concernono l'Adolescenza, rivolgendosi a professionisti del settore quali psicologi, psicoterapeuti, medici, operatori sociali, educatori, insegnanti, così come alle famiglie, ai genitori e alla cittadinanza in genere. AGIPPsA ritiene infatti fondamentale investire costantemente sullo sviluppo del pensiero teorico, clinico e operativo sull'Adolescenza, garante di un aggiornamento continuo per le figure impegnate nel lavoro con tale fascia d'età; allo stesso tempo la formazione rivolta ai "non addetti ai lavori", ovvero famiglie, genitori, figure adulte di riferimento e cittadinanza garantisce un'importante diffusione culturale sui temi dell'Adolescenza con funzione sia propriamente formativa, che di prevenzione, promozione e cura verso le nuove generazioni.  
I Gruppi propongono sia Eventi formativi giornalieri, in forma di seminari, convegni, incontri, sia Master e Corsi di formazione di maggior durata.

Caricamento Eventi

Eventi - febbraio 2019

Eventi Search and Views Navigation

Cerca Eventi

Evento Views Navigation

Eventi Search

Navigazione per mese del calendario

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
1
2
3
+ Esporta eventi

I prossimi eventi

I corsi e i master dei nostri gruppi

AFPP

CORSI:

I gruppi nelle Istituzioni Sanitarie

QUANDO: 2 febbraio – 29 giugno 2019
SCADENZA ISCRIZIONI 10/01/2019
link alla pagina: https://www.afpp.eu/seminari-e-corsi/corsi/
brochure: https://www.afpp.eu/wp-content/uploads/2018/11/BROCHURE-Corso-AFPP-IIPG.pdf
scheda iscrizione: https://www.afpp.eu/wp-content/uploads/2018/11/SCHEDA-ISCRIZIONE-Corso-gruppi-nelle-Istituzioni.pdf

L’obiettivo del corso consiste nel fornire un’introduzione al funzionamento dei gruppi nelle istituzioni sanitarie. L’apprendimento terrà in considerazione le due modalità di funzionamento, presenti in ogni incontro di persone: la prima organizzativa, razionale, tesa al raggiungimento di un obiettivo; la seconda, dominata da sentimenti ed emozioni più o meno inconsce. Spesso questi livelli entrano in conflitto fra loro, determinando fallimenti e stalli nel proseguimento degli obiettivi prefissati.
Verranno analizzati alcuni degli scenari più frequenti che vedono, all’interno di organizzazioni sanitarie complesse, il confronto, lo scontro, la collaborazione di più figure e ruoli gerarchici.
La conoscenza apportata dal corso è fruttuosa per chiunque si confronti, nel suo lavoro, con le relazioni umane, la malattia e l’istituzione sanitaria.
Il corso è rivolto ad operatori che intervengono nei differenti contesti, dando loro possibilità di affinare le proprie competenze relazionali, traducendole in modalità operative.

________________________________________

Il Consulente Tecnico Ausiliario del Giudice e il Consulente Tecnico delle Parti

QUANDO: 1/03/2019 al 16/11/2019
SCADENZA ISCRIZIONI: non specificato
SEDE CORSO: A.F.P.P. Associazione Fiorentina di Psicoterapia Psicoanalitica Via Ricasoli, n°7- 50122 Firenze tel+fax 055 2654044
INFORMAZIONI: Daiana Di Gianni – daiana.digianni@gmail.com; Antonella Lumachi – anto.lumachi@gmail.com;

link alla pagina: http://www.fi.camcom.gov.it/corso-il-consulente-tecnico-ausiliario-del-giudice-e-il-consulente-tecnico-delle-parti

Il corso di formazione per Consulenti Tecnici di Ufficio e di Parte nel Processo Civile si propone di offrire le competenze necessarie per esercitare la professione di Consulente per gli Uffici Giudiziari conformemente al Protocollo d’intesa tra il Tribunale di Firenze e gli Ordini Professionali.
L’iscrizione all’Albo dei CTU, come il suo mantenimento, richiede al Consulente di possedere una “speciale competenza” che può essere documentata mediante la “certificazione” di aver seguito un corso di formazione tecnico giuridico, di almeno venti ore, che fornisca anche la conoscenza degli strumenti informatici connessi al PCT. Gli obiettivi del corso sono, dunque, quelli di fornire ai partecipanti le nozioni giuridiche di base del Diritto di Famiglia, nonché quelle che regolano la figura e i compiti del Consulente Tecnico di Ufficio e di Parte, con uno spazio dedicato anche alla figura del Perito per il GIP e al Consulente per la Procura, e dei procedimenti penali che spesso si intrecciano nelle cause per l’affidamento della prole. Sono fornite, inoltre, nozioni relative alla Mediazione presso l’OCF (Organo di Conciliazione di Firenze), al funzionamento del PCT (Processo Civile Telematico) e al corretto svolgimento della CTU tramite esercitazioni pratiche e uno spazio dedicato all’approfondimento testistico. Il corso è tenuto da docenti universitari, esperti avvocati, dal prof. Marino Maglietta (l’ideatore dell’affidamento condiviso) e da CTU del Tribunale. Infine, il programma offrirà nozioni relative anche alle ultime disposizioni di legge in materia di affidamento
Rivolto a Medici (tutte le specializzazioni), Psicologi e Psicoterapeuti

Brochure https://www.afpp.eu/wp-content/uploads/2018/11/Corso-CTA-CTP.pdf
Scheda di iscrizione https://www.afpp.eu/wp-content/uploads/2018/11/SCHEDA-ISCRIZIONE-corso-PSICOFORENSE.pdf


APC

MASTER

Master in Psicodiagnostica Rorschach

 

DATE: 25/10/2018 al 30/05/2019

SCADENZA ISCRIZIONI: Le iscrizioni si terranno dal 4 settembre 2017 e saranno aperte fino alla copertura dei posti disponibili.

INFORMAZIONI: am.rosso@associazionepsicologiaclinica.it

link alla pagina: http://www.associazionepsicologiaclinica.it/eventi/master-in-psicodiagnostica-rorschach-genova/

 

Il corso intende fornire gli elementi utili alla somministrazione, alla siglatura e all’interpretazione del test di Rorschach secondo il Sistema Comprensivo di Exner.

L’approccio ateoretico del Sistema Comprensivo sarà integrato con i contributi della clinica psicoanalitica e della ricerca empirica di tradizione psicoanalitica.

Informazioni e programma del corso:

Il corso è articolato in 30 unità didattiche di 4 ore (120 ore totali) suddivise in 15 giornate di formazione condotte dal docente e 15 unità didattiche di esercitazioni individuali e di gruppo.

l docente del corso è la Prof. A.M. Rosso

Il corso è riservato a psicologi, psicoterapeuti, specializzandi in psicoterapia e a laureandi in psicologia (Corso di Studi Magistrale).


APEIRON

CORSI

Formazione allo psicodramma analitico

 Informazioni e iscrizioni: Dott. Paola Cecchetti – Dott. Gianni Angelici centroapeiron@tiscali.it

link alla pagina: https://apeironpsicodramma.com/formazione/psicodrammatisti.html

Apeiron in quanto centro didattico della S.I.Ps.A. (Società Italiana per lo Psicodramma Analitico) è luogo di formazione allo psicodramma analitico.

Lo psicodramma analitico si è sviluppato secondo una linea che dagli psicoanalisti francesi di formazione lacaniana G. e P. Lemoine è giunta fino a noi. Nello psicodramma analitico, terapia in gruppo, il soggetto è “messo in gioco” nella coralità di altri soggetti, per costruire e trasformare la propria storia.

La formazione allo psicodramma è rivolta a psicoterapeuti che vogliano approfondire la metodologia dello psicodramma analitico e acquisire le competenze per animare e osservare gruppi terapeutici, di formazione, di supervisione…

La formazione allo psicodramma si svolge in piccoli gruppi che si riuniscono con cadenza mensile. Si tratta di gruppi aperti, eterogenei per provenienza e livello di formazione.

Si può accedere in qualsiasi periodo dell’anno dopo avere sostenuto un colloquio volto a verificare la domanda e il desiderio di formazione.

Gli incontri si svolgono un sabato al mese dalle 9 alle 17.

Il dispositivo prevede che il gruppo di psicoterapeuti in formazione sia animato e osservato da due partecipanti, sotto lo sguardo di due didatti. In queste fase gli altri partecipanti al gruppo sono nella posizione di pazienti. Si tratta di una formazione in un campo protetto dallo sguardo vigile e silente dei didatti. Ogni incontro è articolato in più sedute nelle prime due  il terapeuta in formazione si mette in gioco sia nella posizione di conduttore del gruppo sia in quella di osservatore, seguono altre due sedute condotte dai didatti sul non ascolto e sugli ostacoli incontrati da chi ha animato e osservato. L’osservazione finale restituisce il filo inconscio che ha attraversato ogni seduta. Il mese successivo chi ha animato e osservato porta uno scritto di rielaborazione teorica. I Didatti restituiscono, sempre con uno scritto il punto teorico affrontato.

 

Osservazione diretta

 Per informazioni:

Dott.ssa Paola Cecchetti paola.cecchetti1941@gmail.com
Dott.ssa Lucia Salvemini luciasalvemini21@gmail.com
Dott.ssa Marisa Andalò marisa.anda@alice.it

link alla pagina: https://apeironpsicodramma.com/formazione/insegnanti.html

 Osservazione  Diretta si rivolge a psicologi, psicoterapeuti, insegnanti, educatori professionali, a coloro i quali si occupano delle relazioni umane attraverso la presenza e l’ascolto.

L’Osservazione Diretta promuove la  comprensione del fenomeno osservato attraverso le diverse fasi che la compongono: un primo momento di presenza dichiarata e astinente, un successivo passaggio legato all’elaborazione e alla scrittura solitaria e infine la discussione in gruppo per integrare e arricchire il lavoro svolto valorizzando e mettendo in evidenza pensieri, particolari, indizi, ipotesi. La conclusione dell’osservazione prevede la restituzione ai soggetti osservati, costruita in base alla natura del gruppo, ai suoi componenti,alla richiesta iniziale; una restituzione  che accompagni alla comprensione dei segnali di un possibile cambiamento.

Questo processo è necessario per la formazione all’osservazione e per l’osservazione nella formazione, per tutte quelle figure che lavorano in presenza e con la presenza dell’altro con l’obiettivo di apprendere una presenza astinente, formarsi all’ascolto di ciò che non è detto e non è visto, riconoscere i segnali dell’attività psichica.

Un corso base (con durata da uno a tre anni), con accesso aperto a tutti gli interessati (tirocinanti, insegnanti, operatori sociali, psicologi …), che prevede nel primo anno lo svolgimento completo del percorso osservativo fino alla restituzione ai soggetti osservati delle riflessioni maturate e discusse nel gruppo di riferimento sulla base dei “protocolli osservativi” proposti.   Il percorso, ripetuto negli anni successivi, permette di   ampliare e affinare  l’esperienza formativa. Viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Un corso avanzato, con accesso aperto a coloro che hanno frequentato il corso base e nel quale vengono riportate e approfondite le esperienze osservative nella logica di una  “formazione permanente” .

 

Formazione per operatori sociali

Per informazioni centroapeiron@tiscali.it

link alla pagina: https://apeironpsicodramma.com/formazione/formazione-per-operatori-sociali.html

Apeiron -da più di trent’anni a fianco delle istituzioni nel lavoro sul territorio- riserva attenzione particolare alla formazione degli operatori sociali.

Gli operatori, gli educatori vivono una continua esposizione all’esperienza del limite, dell’impotenza. Il campo sociale è oggi più che mai un “campo di battaglia” dove i progetti si interrompono senza considerare gli effetti, dove l’utenza è sempre più complessa e le risorse sempre più ridotte. In questo articolato panorama è tuttavia sempre possibile non solo una riflessione sull’importanza del nostro operato, ma anche su ciò che, inconsapevolmente, andiamo ad incontrare laddove lo spazio dell’altro sorprendentemente finisce per mescolarsi con il nostro. Non supervisione ma scoperta, esplorazione della relazione di aiuto nel campo del sociale sia esso in istituzione, nei domicili degli utenti, nelle strade della città.

Si rivolge a Operatori impegnati a diverso titolo nel campo del sociale.attraverso lo strumento del gruppo di intervisione

 

Formazione docenti

 Per informazioni

Lucia Salvemini: luciasalvemini21@gmail.com

Marisa Andalò: marisa.anda@alice.it

link alla pagina: https://apeironpsicodramma.com/formazione/formazione-docenti.html

 La formazione si rivolge a tutti i docenti di ogni ordine e grado che siano interessati a migliorare e approfondire la capacità di ascolto di sé e dell’altro in una prospettiva di formazione personale e interpersonale permanente. A tutti gli educatori che si siano resi conto di non dover  più “temere”  la propria esperienza, ma che si predispongano ad accoglierla con piacere,  liberamente, a comprenderla e valorizzarla come una parte del sé che si modifica e si sviluppa, e dunque a servirsene  come strumento di apprendimento/insegnamento ineludibile.

Si svolge in gruppi di supervisione, dove leggere i propri protocolli osservativi (v. osservazione diretta) e riflettere su quelli degli altri, in una prospettiva di ospitalità narrativa, di ascolto dei diversi punti di vista, di condivisione delle problematiche e dei vissuti emersi.

Si approfondisce la Teoria e pratica dell’osservazione diretta (v. Osservazione diretta)

L’affinamento della tecnica osservativa presuppone un tirocinio prolungato nel tempo e, parallelamente,  una parte teorica di approfondimento e ricerca, che consiste nella lettura e nel commento di testi letterari e psicologici, tramite i quali approfondire alcune tematiche relative, in particolare,  alla professione docente.


ApSa

CORSI

Attività formative e di ricerca

02 5810 2520

apsa.onlus@gmail.com

Via Bianca di Savoia 17, 20122 Milano

link alla pagina: http://www.apsaonlus.it/servizio-clinico/

ApSA è interessata a promuovere progetti formativi che nascono su richiesta e interesse di singoli o gruppi, in contesti professionali privati, privato-sociali o nell’ambito di Enti sociosanitari pubblici.

L’èquipe ApSA ha consolidato una vasta esperienza nella consulenza e supervisione a psicologi, psichiatri, neuropsichiatri infantili, assistenti sociali ed educatori.

La metodologia formativa adottata privilegia un approccio specifico alle questioni e ai problemi, colti nella dimensione clinica della relazione tra operatore e adolescente e mira a promuovere processi di autoconsapevolezza e di elaborazione della propria posizione nella relazione di aiuto all’adolescente e ai suoi contesti.

Questi processi sono inseriti in una cornice di riferimento teorico al fine di promuovere una relazione dialettica tra aspetti concettuali e prassi dell’intervento.

Sulla base delle richieste, sarà possibile avviare nuovi corsi specifici. Per i corsi avviati verranno richiesti i crediti ECM per gli psicologi e i crediti formativi previsti dall’Albo degli Assistenti Sociali.

Il numero massimo di partecipanti previsto per ogni gruppo di formazione è di 15/20 persone.

L’offerta formativa di ApSA si articola secondo queste tipologie, tutte suscettibili di essere modellate e ri-progettate “ad hoc” secondo gli interessi e gli obiettivi specifici di ogni progetto.

●      Corsi di formazione e attività seminariali, rivolti a figure professionali diverse (psicologi, assistenti sociali, neuropsichiatri infantili, psichiatri, educatori) sui temi delle problematiche psicologiche e psicosociali in adolescenza e più in generale in età di sviluppo;

●      Programmi di ricerca e di ricerca-intervento da svolgersi in collaborazione con ASL, Aziende Ospedaliere, Comuni e altri Enti pubblici o Associazioni del privato sociale;

●      Progetti di consulenza specifici (corsi, progetti ecc.) per singole istituzioni su richiesta del committente stesso (èquipes territoriali, Comunità educative e terapeutiche ecc.);

●      Supervisioni ad èquipes e/o a singoli operatori o gruppi professionali;

●      Formulazione, promozione e attuazione di progetti di prevenzione e cura finanziati da enti pubblici e privati;


APsIA

MASTER

Master di secondo livello

 Durata: ottobre 2018- marzo 2020

Scadenza iscrizioni : 15 settembre 2018

Per informazioni: ass.apsia@gmail.com ; 3381322067

link alla pagina: http://www.apsia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=49:master-secondo-livello&catid=8&Itemid=232

 

Considerato il livello del master di secondo livello e l’impossibilità di affrontare le basi dello sviluppo cognitivo e la sua patologia, l’ iscrizione al master prevede che si sia già frequentato un percorso formativo almeno annuale attinente lo sviluppo e la patologia del linguaggio, della lettura e scrittura, del calcolo e delle funzioni neuropsicologiche (attenzione, funzioni esecutive, memoria, funzioni prattognosiche), e conoscenza basilare degli strumenti di valutazione delle funzioni descritte, quindi l’indicazione di frequenza di un percorso non intende avere un carattere formale ma intende indicare la necessità di una sostanziale conoscenza di quanto indicato

Frequentabile da psicologi e medici.

 

Locandina http://www.apsia.it/attachments/article/49/MASTER%20II%20LIVELLO.pdf

 

Master di I livello: I disturbi dello sviluppo in età evolutiva – Dalla valutazione all’intervento

 Per maggiori informazioni: 39 338 1322067 – info@apsia.it

link alla pagina http://www.apsia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=7&Itemid=219

 

La master di I° livello si articola in: 120 ore di lezioni teoriche; 50 ore di esercitazioni in gruppo (metodiche di osservazione, test, utilizzo di materiali per la rieducazione etc) e supervisione, 100 ore di tirocinio , 50 ore di studio, esercitazione e test individuali su indicazioni dei docenti e dei tutor.

La prima sezione è orientata allo sviluppo del bambino e alle problematiche connesse alle difficoltà nello sviluppo del linguaggio, al ritardo psicomotorio, ai disturbi di apprendimento, alle condizioni che comportano deficit intellettivo.

Il Master si propone di fornire, a quanti si occupano di “difficoltà di apprendimento” adeguate competenze teoriche e pratiche sulle procedure specifiche e sugli strumenti di valutazione disponibili, adeguate competenze sulle modalità di impostazione e gestione di un intervento riabilitativo ed educativo di funzioni deficitarie, capacità e conoscenze per favorire la miglior collaborazione tra operatori sanitari, scolastici e socio educativi e per garantire il miglior inserimento scolastico di bambini e adolescenti con “difficoltà”. “Difficoltà di apprendimento” si riferisce a qualunque tipo di ostacolo o rallentamento dei processi di apprendimento che un bambino dovrebbe realizzare in ambito scolastico, familiare, sociale. Si tratta di problemi complessi che per essere affrontati adeguatamente richiedono l’integrazione di conoscenze neuropsicologiche, cognitive, riabilitative e pedagogiche. Risultano necessarie, pertanto, adeguate basi teoriche sull’organizzazione del sistema cognitivo nelle sue diverse componenti, su come tali componenti si organizzano nelle funzioni cognitive implicate nel processo di apprendimento e sulle conseguenze di un inadeguato funzionamento. Per progettare un intervento riabilitativo efficace è necessaria la comprensione dell’intero processo sotteso all’apprendimento; solo in questo modo sarà possibile individuare a quale livello e perché si sia verificato uno sviluppo inadeguato e stabilire il programma rieducativo più idoneo.

Master di II livello: lo sviluppo cognitivo e affettivo, integrazione e le nuove proposte su mentalizzazione e intersoggettività , percorsi integrati di riabilitazione e psicoterapia.

 

Per maggiori informazioni: 39 338 1322067 – info@apsia.it

link alla pagina http://www.apsia.it/index.php?option=com_content&view=article&id=7&Itemid=219

 

Il master di II° livello si articola in: 136 ore di lezioni teoriche; 34 ore di esercitazioni in gruppo (metodiche di osservazione, test, utilizzo di materiali per la rieducazione etc) e supervisione, 130 ore di tirocinio, 50 ore di studio, esercitazione e test individuali su indicazioni dei docenti e dei tutor. E’  finalizzato alla conoscenza e comprensione dello sviluppo cognitivo e affettivo nel suo complesso, nelle diverse fasi dello sviluppo e nei contesti significativi. Dopo gli aspetti cognitivi verrà analizzato lo sviluppo sotto il profilo affettivo e  relazionale: Verranno affrontate le nuove proposte derivate dalle neuroscienze. Ulteriore obiettivo è fornire una metodologia di lavoro integrata, che oltre a cogliere la dimensione dello sviluppo e della patologia sotto diverse angolature e complessità, fornisca strumenti di integrazione tra approcci che mantengono peculiari specificità ma che possono trovare terreni di integrazione che costituiscono fattore moltiplicativo del risultato terapeutico. Il Master si caratterizza per una strategia didattica e per una impostazione formativa attenta alle proposte scaturite da differenti approcci teorici e metodologici, con l’intento di un intreccio organico e sequenziale che consenta di cogliere i diversi orientamenti ma anche di individuare le connessioni e le possibilità di integrazione e le modalità di scelta nei diversi contesti e situazioni.


AREA G

MASTER

Gruppoanalisi e psicodramma

Durata: 20/10/2018 all’8/06/2019

ISCRIZIONI. termine scaduto

Via Ausonio 6, 20123 Milano

Tel: 028375834

info@areag.net

 

locandina: http://www.areag.net/sites/default/files/documenti/Master%20Gruppoanalisi%20e%20Psicodramma%20-%202018-19.pdf

link alla pagina: http://www.areag.net/cosa-facciamo/gruppoanalisi-e-psicodramma

Il percorso del Master si propone di sviluppare nei partecipanti competenze di base relative alle dinamiche gruppali e alla tecnica dello psicodramma; offrire un processo di formazione basato sulle conoscenze e sulla gestione delle proprie risonanze emotive e delle dinamiche di gruppo dapprima nel ruolo di partecipanti e successivamente nel ruolo di conduttori;offrire a chi ne faccia richiesta la possibilità di sperimentarsi nella conduzione del gruppo con il supporto del/della docente; offrire uno spazio di riflessione sulla esposizione della propria esperienza professionale e sull’elaborazione nel “ qui e ora” anche attraverso i rimandi del gruppo; ampliare la capacità di entrare in contatto con prospettive e significati differenti potenziando così le acquisizioni raggiunte attraverso la comunicazione verbali, in modo da superare barriere linguistiche, culturali, psicologiche, competenze oggi indispensabili.

 

Il lavoro clinico con adolescenti e giovani adulti

 DURATA: 6/11/2018 al 2/11/2019

ISCRIZIONI. termine scaduto

Via Ausonio 6, 20123 Milano

Tel: 028375834

info@areag.net

locandina: http://www.areag.net/sites/default/files/documenti/Corso%202018-2019%20Il%20lavoro%20clinico….qxp_Layout%201.pdf

link alla pagina: http://www.areag.net/cosa-facciamo/il-lavoro-clinico-con-adolescenti-e-giovani-adulti

Il percorso formativo si propone di migliorare la competenza clinica dei partecipanti e di favorire l’assunzione di un assetto mentale flessibile, capace di tollerare momenti di incertezza o di impotenza, aperto all’ascolto di se stesso e dell’altro al fine di utilizzare le proprie conoscenze teoriche in funzione del dato clinico, così da mettere a punto progetti di intervento adeguati ai bisogni, alle risorse e alle caratteristiche affettivo-cognitive e culturali di ogni singolo soggetto visto nella sua specificità e in relazione al periodo evolutivo che sta vivendo.

E destinato a Psicoterapeuti, psichiatri, psicologi in formazione. La partecipazione è subordinata a un colloquio conoscitivo.

Numero massimo partecipanti: 12

 

Il test di Rorschach: interpretazione qualitativa e inquadramento psicodinamico della personalità

 DURATA: 13/11/2018 al 6/02/2019

ISCRIZIONI: termine scaduto

 

Via Ausonio 6, 20123 Milano

Tel: 028375834

info@areag.net

 

Locandina: http://www.areag.net/sites/default/files/documenti/Corso%202018-2019%20Il%20TEST%20DI%20RORSCHACH.qxp_Layout%201.pdf

 

link alla pagina:

http://www.areag.net/cosa-facciamo/il-test-di-rorschach-interpretazione-qualitativa-e-inquadramento-psicodinamico-della

 

Il corso di perfezionamento si pone l’obiettivo di integrare l’interpretazione dei dati statistici e quantitativi estratti dal Sommario Strutturale, secondo il Sistema Comprensivo di Exner, con l’analisi clinica degli aspetti qualitativo-proiettivi contenuti nelle risposte, in riferimento ai principali costrutti psicodinamici. I contenuti riportati nel protocollo, il loro valore simbolico, l’ordine e la sequenza delle risposte e i principali meccanismi difensivi messi in atto dal soggetto consentono di avanzare ipotesi relative al funzionamento del pensiero, all’assunzione degli affetti, alla costruzione dell’identità, alle relazioni oggettuali della persona, considerata nella sua specificità e individualità e in relazione allo specifico momento evolutivo. L’inquadramento teorico del corso fa riferimento ai principali modelli di sviluppo in psicoanalisi, agli apporti teorici e metodologici del Gruppo di Ricerca in Psicologia Proiettiva dell’Università René Descartes di Parigi, al Manuale Diagnostico Psicodinamico (PDM2), intendendo la diagnosi personologica come l’integrazione del livello di organizzazione, della tipologia/disturbo di personalità, del funzionamento mentale e dell’esperienza soggettiva della persona.

 

CORSI

Percorso formativo sulla gestione dei conflitti interpersonali nei gruppi di lavoro e nelle organizzazioni

 Via Ausonio 6, 20123 Milano

Tel: 028375834

info@areag.net

link alla pagina:

http://www.areag.net/cosa-facciamo/percorso-formativo-sulla-gestione-dei-conflitti-interpersonali-nei-gruppi-di-lavoro-e

 Il percorso formativo si propone di favorire nei partecipanti la consapevolezza del fatto che le situazioni conflittuali possono essere occasioni di stimolo, di confronto e, quindi, di miglioramento delle proprie ed altrui modalità di lavoro; migliorare, in ogni partecipante, la consapevolezza della propria identità professionale e del proprio ruolo con conseguente ricaduta positiva nella gestione delle relazioni interpersonali.

E’ destinato a gruppi di lavoro/équipe; aziende, società  commerciali o di servizi, enti di diverso tipo che presentano al proprio interno situazioni di conflittualità interpersonale;  persone singole che vivono la propria esperienza professionale in contesti operativi complessi.

Il percorso formativo si sviluppa lungo un arco temporale di due giornate d’aula – seguite, a distanza di due/tre mesi, da una  sessione di follow up della durata di un giorno per la verifica delle più recenti esperienze di interrelazione personale, alla luce di quanto appreso e successivamente sperimentato nello svolgimento delle proprie funzioni lavorative.


ARPAd

CORSI

Corso di alta formazione. Gruppalità primaria. La famiglia e la coppia alla prova dell’adolescenza

 DURATA: GENNAIO 2019 – MAGGIO 2020

ARPAd, Via Ombrone 14 – 00198, Roma

Tel e Fax: 06.8417055

E-mail: arpad@associazionearpad.it;

locandina: file:///C:/Users/MaPa/Downloads/LOCANDINA_CORSO_AF_2019-20.pdf

 

link alla pagina: https://www.associazionearpad.it/attivita-ed-eventi/seminari/item/202-corso-di-alta-formazione-gruppalita-primaria-la-famiglia-e-la-coppia-alla-prova-dell-adolescenza

 

Il lavoro con gli adolescenti difficili e le loro famiglie, ha fatto emergere sempre più la necessità di tenere conto della complessa rete di implicazioni interpersonali del paziente con il suo contesto familiare e con le relazioni di aiuto, che a diversi livelli, il nucleo incontra. Gli psicoterapeuti, gli operatori dei diversi servizi che lavorano con setting articolati e diversificati, sono consapevoli della necessità di una prospettiva di osservazione che ponga l’attenzione al legame tra le persone e alle interazioni fra i soggetti e i contesti di cura. Si tratta di un territorio che mette particolarmente in luce la co-presenza della dimensione intrapsichica e di quella interpersonale e del contesto, che si influenzano reciprocamente in un dialogo continuo. Il Corso offre la possibilità di superare il modello diadico, e propone di pensare il funzionamento della famiglia all’interno di dinamiche gruppali che promuovono il senso dell’esperienza condivisa e l’esplorazione degli aspetti profondi dello sviluppo del Sé nel gruppo e nell’individuo.

Il Corso è aperto a Psicologi, Psichiatri , Psicoterapeuti , Assistenti Sociali , Educatori che operano sia in ambito privato che pubblico.

 

Serate scientifiche ARPAd

link alla pagina: https://www.associazionearpad.it/attivita-ed-eventi/serate-scientifiche-arpad/item/206-serate-scientifiche-arpad-2018-2019

Via Ombrone, 14 Roma, 00198

Email: arpad@associazionearpad.it

Tel. 06 8417055

Aperte a Soci, Diplomandi e Allievi 1° e 2° biennio

 

30/11/2018 Venerdì h.21.00

Dott.ssa Savina Cordiale

Titolo: “La costruzione del setting secondo Winnicott e Gutton”.

 

14/12/2018 Venerdì h.21.00

Dott.ssa Simona Trillo

Titolo: “Riflessioni sulla co-costruzione del legame di filiazione all’interno di gruppi familiari adottivi, il difficile lavoro di ridefinizione dell’identità psichica e fisica in adolescenza”.

 

15/02/2019 Venerdì h.21.00

Dott.ssa Quilma Cocciante

Titolo: “La fragilità cognitiva nell’incontro con l’adolescenza”.

 

15/03/2019 Venerdì h.21.00

Dott.ssa Adriana Maltese

Titolo: Ereditare l’ Adolescenza, Ereditare dall’ Adolescenza.

 

12/04/2019 Venerdì h.21.00

Dott. Simone Pilia, Azzurra Aloisi, Giuditta Sestu, Marta Calderaro

Titolo: Se “Ça parle” nel lavoro con l’adolescente in istituzione.

 

17/05/2019 Venerdì h.21.00

Dott. Domenico Scaringi

Titolo:Psicoanalisi dell’Adolescenza e Tecnologie Digitali: nuove sfide, tra clinica e società”.

 

5/07/2019 Venerdì h.21.00

Dott. Daniele Biondo

Titolo: “Il modello psicodinamico multiplo per le istituzioni per adolescenti”.

 

15/11/2019 Venerdì h.21.00

Dott. ssa Maria Grasso

Titolo: “Da Adolescente a Giovane Adulto: metamorfosi dell’Organizzazione”.

 

13/12/2019 Venerdì h.21.00

Dott. Cristiano Curto, Dott.ssa Maria Francesca Natali

Titolo: “ Per amore o per forza. Prendersi cura dell’istituzione per accompagnare il sogno adolescente”.

 

 


CSTCS

CORSI

Formazione psicologi. Genova

 

Per informazioni, contattare Stefania Magnoni scrivendo a magnoni.stefania@gmail.com, oppure telefonicamente al numero +39 347 385 5014 (preferibilmente tra le 21,00 e le 21,30).

link alla pagina:

https://www.cstcs.eu/Formazione-educatori-di-comunit%C3%A0-terapeutiche

Gli psicoterapeuti del Centro di Studi per la Terapia della Coppia e del Singolo organizzano progetti personalizzati di formazione, aggiornamento e/o di supervisione per educatori di comunità terapeutiche.

 

Formazione all’ascolto. Genova

 Per informazioni contattare Laura Grignola: laura.grignola@gmail.com cell. +39 347 772 0811

 link alla pagina: https://www.cstcs.eu/Gruppi-didattici

In collaborazione con la Sede di Genova della SPC, il Consultorio organizza gruppi di formazione aperti a laureandi e laureati in psicologia per promuovere una formazione all’ascolto. I gruppi si articolano in tre momenti: teorico, clinico e esperienziale attraverso il role-play.

Il ciclo di seminari si svolge due volte al mese, il lunedì dalle 21,30 alle 23,30

Viene attivato al raggiungimento di almeno 6 partecipanti

Il costo del corso è di 50 € per gli studenti e 100 € per i laureati.

 

Gruppi di supervisione di casi clinici. Genova

 Per informazioni e iscrizioni:

Laura Grignola, cell. +39 347 7720811

Stefania Magnoni, cell. +39 347 3855014

Gli psicoterapeuti del Centro di Studi per la Terapia della Coppia e del Singolo che sono anche didatti della Scuola di Psicoterapia Comparata, organizzano e conducono gruppi di discussione su materiale clinico portato dai partecipanti.

Supervisione intesa come spazio in cui il giovane terapeuta osi impiegare e articolare la sua capacità di ascolto, un allenamento in progress, in cui – sentendosi aiutato – possa confidare che, per gradi, arriverà – partendo da congetture immaginative – a formulazioni che sempre di più metteranno in contatto la sua prospettiva con la prospettiva del paziente, aiutandolo a comprendere e contenere le emozioni in gioco.

I gruppi di supervisione sono aperti a psicologi, psicoterapeuti, tirocinanti presso CSTCS. Per la partecipazione è richiesto un contributo annuo di 100 €. (La partecipazione è gratuita per i tirocinanti, per gli specializzandi SPC e per i soci CSTCS)

Attualmente sono attivi due gruppi che si svolgono il martedì sera dalle 21:15 alle 23:15.

  • Supervisione quindicinale su casi clinici di adulti
    Conduttori: Laura Grignola, Stefania Magnoni, Aula B
  • Supervisione quindicinale su casi clinici di bambini e supporto genitoriale
    Conduttori: Giovanna Capello, Antonina Nobile Fidanza, Aula A

 


GAPP

CORSI

Formazione

 Alessandria: Piazza Garibaldi, 21 – 15121

Telefono: 0131-325369

Bra: Piazza Caduti per la Libertà, 10 – 12042

Telefono: 349.1985945

Il Centro Gapp svolge interventi di formazione e prevenzione rivolti a istituzioni psico-socio-sanitarie, scuole e comunità.

Si occupa di accompagnare e coordinare, attraverso supervisioni cliniche, operatori nel campo del trattamento dei disturbi del comportamento alimentare e dei disagi contemporanei.


Minotauro

MASTER

Master in psicologia dei nuovi media “Prevenzione e trattamento delle dipendenze da internet in adolescenza”

DATE: Novembre 2018-Giugno 2019

email: scuola@minotauro.it

Tel/Fax: 02.29401545

link alla pagina: https://minotauro.it/che-cosa-facciamo/master-in-psicologia-dei-nuovi-media/

Con l’obiettivo di promuovere la comprensione e la capacità di progettare e condurre interventi preventivi e di presa in carico nell’ambito delle nuove tecnologie, la Fondazione Minotauro organizza un master avvalendosi della collaborazione del Policlinico Gemelli di Roma come preziosa esperienza formativa di tirocinio. Il corso coinvolgerà molteplici aree teoriche e cliniche, consentendo lo sviluppo di una cultura psicologica completa in riferimento alle trasformazioni affettive, relazionali e culturali determinate dalla rivoluzione tecnologica. Sono previsti approfondimenti specifici sui temi dell’adolescenza e dell’abuso della rete, finalizzati alla comprensione dei significati profondi relativi all’utilizzo di internet da parte dei nativi digitali, sia da un punto di vista funzionale che patologico, evitando forme di demonizzazione o di esaltazione della tecnologia. I moduli saranno tenuti da alcuni tra i massimi esperti nazionali del mondo della tecnologia, della psicologia dell’adolescenza e del trattamento della dipendenza da internet, seguendo il modello teorico della psicologia e della psicoterapia evolutiva promosso dall’Istituto Minotauro.

Particolare attenzione sarà dedicata allo sviluppo di competenze e di risorse concretamente utilizzabili nel lavoro con gli adolescenti per realizzare progetti preventivi, formativi, di ricerca, di consultazione e di presa in carico in ambito istituzionale e privato.

 

Master “Adolescenti in crisi”

DATE: da ottobre 2018 a luglio 2019

Il master si propone di inquadrare le nuove espressioni di disagio adolescenziale secondo una prospettiva evolutiva. Durante il corso verranno forniti prospettive teoriche e strumenti utili alla gestione di situazioni critiche nel lavoro clinico e alla realizzazione di progetti di prevenzione del disagio adolescenziale. Il lavoro clinico prevede un intervento con il preadolescente e l’adolescente rivolto alla promozione del cambiamento sia nell’individuo, sia nel suo contesto di vita, attraverso il sostegno alla formulazione di nuove, più coerenti e più funzionali rappresentazioni di sé, dei conflitti e dei propri compiti di sviluppo. Durante il percorso verranno proposte diverse modalità di approccio in funzione della tipologia di problema (con particolare attenzione agli aspetti evolutivi) e dei contesti ambientali e relazionali specifici (la famiglia, il gruppo dei pari, la scuola e il lavoro). A partire dalla consapevolezza che un intervento con gli adolescenti e i loro genitori si realizzi in maniera efficace se si realizza in ambiti diversificati, anche al di fuori dei tradizionali luoghi di cura, con tecniche d’intervento non univoche, attraverso una presa in carico multifocale che può coniugare intervento psicologico, lavoro sul contesto e attività volte a rivitalizzare i processi creativi e a riattivare il funzionamento del pensiero dei soggetti coinvolti. L’obiettivo del master è quello di fornire competenze teoriche e cliniche utili nella valutazione e nel trattamento di preadolescenti, adolescenti, giovani adulti nelle diverse aree che possono ostacolare il percorso di crescita.

link alla pagina:

https://minotauro.it/che-cosa-facciamo/master-adolescenti-in-crisi-la-presa-in-carico-delladolescente-in-una-prospettiva-evolutiva/

CORSI

Ciclo di incontri di supervisione 2019 – Padova

Inizio 8/02/2019

DESCRIZIONE

Il corso prevede 10 giornate di supervisione in cui verranno discussi insieme ai professionisti dell’Istituto di Analisi dei Codici Affettivi Minotauro di Milano i casi clinici presentati dai partecipanti.
Il ciclo di incontri inquadrerà le nuove espressioni di disagio adolescenziale secondo una prospettiva evolutiva, fornendo gli strumenti utili alla gestione di situazioni critiche nel lavoro clinico con gli adolescenti. Durante il percorso verranno proposte diverse modalità di approccio in funzione della tipologia di problema (con particolare attenzione agli aspetti evolutivi).

Le tematiche su cui confrontarsi potranno riguardare i seguenti ambiti:

• Apprendimento e attacco alla conoscenza
• Trasgressività e antisocialità
• Supporto al ruolo genitoriale
• Internet e le relazioni digitali
• Disturbi alimentari
• Il tentativo di suicidio
• I laboratori come dispositivi di presa in carico
• Il trauma e la malattia
• La consultazione e psicoterapia con l’adolescente in una prospettiva evolutiva

Uno sguardo sarà riservato ai contesti ambientali e relazionali specifici (la famiglia, il gruppo dei pari, la scuola) entro cui l’adolescente è inserito.

OBIETTIVI

– Acquisire conoscenze teoriche sulle nuove realtà adolescenziali
– Acquisire strumenti preventivi, diagnostici e terapeutici per le specifiche problematiche
– Accompagnare gli ex allievi del master nel percorso di formazione continua
– Acquisire la capacità di leggere i casi clinici secondo una prospettiva evolutiva
– Acquisire strumenti diagnostici e terapeutici per le specifiche problematiche
– Stimolare un’elaborazione critica attraverso il confronto fra esperienze e diverse professionalità

DESTINATARI

Il percorso è rivolto a professionisti che operano in ambiti clinici, educativi e sociali (psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali, educatori e infermieri) che nella loro attività si trovano a contatto con situazioni di disagio adolescenziale o che intendano approfondire le conoscenze teoriche e pratiche per gestire le diverse problematiche che ostacolano il percorso di crescita dei giovani.

ORGANIZZAZIONE

Orario: gli incontri si svolgono il venerdì dalle 9:30 alle 17:30

Sede: via B.Cristofori 26 bis, 35137 Padova

È previsto l’accreditamento ECM per chi si iscrive all’intero percorso

DIRETTORE

Katia Provantini

TUTOR

Serena Ricci

COSTO

Il costo per l’intero percorso è di 1100 euro
La partecipazione a un singolo modulo ha un costo di 130 euro
La partecipazione a 5 moduli ha un costo di 600 euro

NUMERO ISCRITTI

Il numero massimo è di 10 partecipanti

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Coloro che intendano iscriversi sono pregati di inviare richiesta e curriculum vitae all’indirizzo: padova@minotauro.it

Maggiori informazioni sul programma

 

Insegnanti a scuola oggi – Nuove competenze per nuovi bisogni

DURATA
Gennaio – Maggio 2019

DESCRIZIONE
Il corso intende approfondire alcune tematiche connesse allo svolgimento del ruolo professionale di docente, con particolare riferimento alla complessità del contesto sociale attuale, alle caratteristiche delle nuove generazioni di studenti, ai compiti educativi e formativi oggi imprescindibili, agli strumenti e alle risorse che è possibile attivare.

OBIETTIVI
Finalità del corso è la creazione di uno spazio di confronto per gli adulti coinvolti che aiuti a ipotizzare letture diverse relative alle difficoltà scolastiche dei ragazzi e che promuova la realizzazione di metodologie di lavoro sulla base di un’esperienza  condivisa. Infatti una buona comunicazione tra gli adulti e la definizione di obiettivi e di linee di intervento comuni sono
fondamentali per ricostruire il quadro delle problematiche espresse dagli allievi o dai gruppi classe, e per predisporre strumenti di intervento efficaci.
Obiettivo generale è incrementare la possibilità, da un lato, di arrivare ad una lettura e a un’analisi in termini evolutivi delle situazioni problematiche emergenti, dall’altro di riuscire a trovare e ad attivare delle risorse e delle strategie educative e didattiche che siano proprie e specifiche della scuola oltre che della cultura di ruolo dei diversi professionisti.
In particolare si pensa di offrire un contributo alla capacità di:
– leggere e comprendere i comportamenti degli alunni in un’ottica evolutiva e non psicopatologica;
– migliorare la propria competenza comunicativa;
– aumentare la capacità di osservazione delle dinamiche relazionali del gruppo classe e tra gruppo classe ed insegnanti;
– comprendere le esigenze formative sottese al processo di insegnamento-apprendimento;
– leggere ed interpretare le situazioni che rappresentano un problema educativo e didattico;
– approfondire problematiche legate alla gestione del proprio compito professionale, per progettare e sperimentare ipotesi di soluzione che abbiano carattere educativo;
– avviare un confronto sugli strumenti offerti dalla didattica in un’ottica inclusiva.

METODOLOGIA DI LAVORO
Si intende prediligere una modalità di lavoro che preveda sia l’informazione che la formazione. Dopo una prima parte in cui verranno fornite informazioni teoriche relative al tema trattato, sarà proposta la discussione e il confronto in gruppo di situazioni complesse che i professionisti incontrano nel loro lavoro. Tale modalità oltre a fornire delle conoscenze che possono orientare in questi continui cambiamenti scolastici e culturali, offre la possibilità di confrontarsi tra adulti, rispetto ai diversi metodi didattici e rispetto ai vissuti emotivi che l’educare comporta.

DESTINATARI
Il corso è rivolto ad insegnanti e professionisti delle Scuola Primaria e Secondaria, di I e II grado.

ORGANIZZAZIONE
Sono previsti 2 moduli, di 4 ore ciascuno, in plenaria.
Fra i 2 moduli sono previste 6 ore di Workshop su alcuni temi specifici emersi dall’incontro in Plenaria e 6 ore di esperienze attive Laboratoriali per un totale di 12 ore di lavoro in piccolo gruppo per approfondire e sperimentare attivamente quanto emerso nei moduli precedenti, anche in relazione a casi o situazioni presentati dai partecipanti (max 15 persone). La metodologia utilizzata in questa seconda parte del corso avrà il carattere dell’apprendimento attivo e partecipato.
L’incontro in plenaria e nei Workshop tematici affronteranno le seguenti tematiche:

  • Compiti scolastici e compiti evolutivi (con esplicitazione delle situazioni in cui emerge una conflittualità tra le due tipologie di compiti, così da leggere i comportamenti degli alunni in un’ottica evolutiva e non psicopatologica);
  • I fattori che incidono sulla demotivazione e sul ritiro scolastico (aspetti emotivi, fragilità narcisistiche, sfiducia nel futuro etc.);
  • Gli studenti con Disturbi specifici di apprendimento, Deficit di attenzione e iperattività e/o con Bisogni Educativi Speciali, la costruzione di una relazione efficace e di possibili interventi per facilitare l’apprendimento;
  • Gestione della relazione di apprendimento (ruolo degli insegnanti nella costruzione della conoscenza, stili di apprendimento e di insegnamento, rapporto con i colleghi, rapporto con le famiglie);
  • L’influenza degli strumenti tecnologici sull’apprendimento e in generale lo studio per la generazione dei nativi digitali.

SEDE DELLE LEZIONI

  • Vicenza : Scuola Secondaria di Primo Grado “Vincenzo Scamozzi”, via Luigi Einaudi, 74 – 36100 Vicenza (VI)
  • Milano: Cooperativa Minotauro – Via Omboni 4 20100 Milano (MI)
  • Trecate: in via di definizione

METODO DI VERIFICA FINALE
Questionario a risposte multiple 

FREQUENZA NECESSARIA
20 ore

DIRETTORE
Katia Provantini

FORMATORI
Anna Arcari
Dario Cuccolo
Alessia Lanzi
Maria Longoni
Gregorio Magri
Nicoletta Simionato
Ivana Simonelli
Vania Strazzacappa

ATTESTATO
I corsi di aggiornamento sono riconosciuti dal MIUR. La frequenza ai corsi di formazione per docenti dà diritto al rilascio dell’attestato di partecipazione riconosciuto dal MIUR e valido ai fini della formazione obbligatoria docenti.

Info, costi e programma

https://minotauro.it/insegnanti-a-scuola-oggi-nuove-competenze-per-nuovi-bisogni/


SIPRe

CORSI

Corso di post specializzazione in Psicoterapia della relazione di coppia _ Milano

DURATA: ottobre 2018 – maggio 2019

Vi preghiamo di verificare la possibilità di iscriversi o meno contattando previamente Flavia Levi, scrivendo a segreteria@progettocoppia.org

mail: segreteria@progettocoppia.org

tel. 02 5454442 (lun.-ven. dalle 9 alle 13)

www.sipreonline.it e FB: @scuolasipremilano

link alla pagina: https://sipreonline.it/corso-post-specializzazione/

Lavorare con le coppie non è un semplice aggiustamento del lavoro individuale, ma richiede una preparazione e un approfondimento mirati. L’intervento che proponiamo è fondato sulla teoria psicoanalitica della relazione dell’io-Soggetto, un neologismo che è stato coniato con l’intervento di andare oltre una concezione intrapsichica e dualistica del soggetto, per aprirsi ad una nuova visione unitaria, fondata sulla relazione. Ne consegue una pratica clinica innovativa e coerente, in grado di offrire allo psicoterapeuta nuove bussole per orientarsi nella conoscenza degli esseri umani, della sofferenza e la sua cura.

Il corso è il primo livello di una proposta formativa più ampia. Offre ai partecipanti  un’introduzione alla teoria e fornisce le prime chiavi teoriche e cliniche per iniziare o migliorare il lavoro cliniche con le coppie. E’ possibile in seguito approfondire, iscrivendosi alle proposte formative di secondo e terzo livello.

DESTINATARI

Psicoterapeuti, Psicoanalisti e Psichiatri che già lavoravano con le coppie o sono intenzionati a iniziare.

 

Uno sguardo diverso al sogno. Ciclo di seminari

DURATA: marzo 2018 – maggio 2019

Via Carlo Botta 25, Milano

Scheda iscrizione:  https://sipreonline.it/scheda-iscrizione-al-ciclo-supervisioni-uno-sguardo-diverso-al-sogno/

Depliant https://sipreonline.it/wp-content/uploads/2018/11/A5-sguardo-al-sogno.pdf

link alla pagina: https://sipreonline.it/ciclo-incontri-sul-tema-uno-sguardo-diverso-al-sogno/

Conduce Daniela De Robertis

Questo ciclo di incontri intende proporre una strumentazione efficace per  lavorare con i sogni  affinché il terapeuta costruisca  insieme al paziente  le possibili proposte , costruzioni e  aperture che il sogno veicola.  A questo scopo è essenziale fornire al clinico i dispositivi di conoscenza e gli strumenti d’intervento per decifrare il sogno secondo tre focus principali:

in termini di coefficiente di rigidità e di cambiamento che il paziente – in quel momento del processo terapeutico- presenta in termini di codice di verifica del processo terapeutico in atto

in  termini  di spazio relazionale che trasmette messaggi al terapeuta.

Questa iniziativa mette a punto un modello del sogno che cerca di rispondere alle  numerose e intriganti domande che negli ultimi tempi  la cultura psicoanalitica e il contesto neuroscientifico  sembrano proporre in maniera sollecita.

Ad esempio: quale osservatorio privilegiato oggi può ancora detenere il sogno in qualità di processo intrapsichico, dal momento che è passato in  secondo piano soprattutto  nell’approccio relazionale? Il sogno detiene ancora il suo potere evocativo e il suo coefficiente simbolico? ll sogno merita di essere considerato ancora un valido strumento di cura , un potente alleato della coppia analitica? Quale è oggi l’approccio al sogno più idoneo, dal momento che il concetto d’interpretazione, su cui piantava i piedi la decifrazione onirica e il significato del sogno, insieme a  tutto l’apparato concettuale e strumentale ad essa correlato, è  stata oggetto di critiche e profonde revisioni?

Insomma i sogni sembrano un po’ passati di moda, ma soprattutto ,caduto il vecchio schema di riferimento, non si sa bene dove andare a parare.

A ben vedere e occupando un osservatorio interdisciplinare , potrebbe essere giunta l’ora di riprendersi in mano i sogni , guidati dalle osservazioni sperimentali che testimoniano in quale misura l’attività onirica è un dispositivo bio-cognitivo assai elaborato e complesso, preposto a essenziali funzioni utili all’organismo e alla mente, identificabili soprattutto nel rafforzamento delle memorie e nell’attribuzione dei significati.

 

Psicologia perinatale. Corso di Alta formazione _ Milano

 DURATA: 19 gennaio – 12 ottobre

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Mail: corsopsicologiaperinatale@gmail.com Dott. Martina Trinchieri: 393.55.64.912 Dott.ssa Martina Larsen Paya: 349.16.96.270 Tel SIPRe 02545444

Brochure: https://sipreonline.it/wp-content/uploads/2018/09/Brochure-Prematurit%C3%A0.pdf

link alla pagina: https://sipreonline.it/corso-psicologia-perinatale-ii-ed/

 II Corso di Alta Formazione in Psicologia Perinatale e “Care” si occupa di fornire le competenze per gestire i vari ambiti della psicologia perinatale con particolare interesse a:

– Costruzione della genitorialità

– Genitorialità con PMA

– La relazione di coppia

– Psicologia e Neuropsicologia della Prematurità

– Depressione Post-Partum e Perinatale

– Lutto Prenatale e Perinatale

– Fisiologia dell’allattamento e allattamento nei pretermine

– Ricerche scientifiche sulla prematurità

– Etnopsicologia: la genitorialità nelle diverse culture

Il corso è strutturato con lezioni frontali, video e laboratori di apprendimento e di lavoro su di sé, e ambisce a fornire delle competenze specifiche nell’ambito perinatale con una particolare attenzione ad integrare le varie professionalità e competenze in una cornice teorica unitaria. Il corso avrà anche l’onore di ospitare il prof. Massimo Recalcati, che terrà una lectio magistralis sul tema della genitorialità, oltre ai maggiori esperti di prematurità, lutto, PMA, genitorialità e relazione di coppia.

DESTINATARI

Medici, Psicologi, Infermieri, Ostetriche