Che cos’è?

L’Osservazione Diretta è una metodologia di lavoro che si si occupa delle strutture fondamentali della relazione; come strumento di ricerca si muove  lungo  i limiti dell’esplorabile delle situazioni umane (la relazione madre-bambino, i luoghi della follia, le relazioni educative) per individuare possibili direzioni di cambiamento e trasformazione.

A chi si rivolge

L’ Osservazione  Diretta si rivolge a psicologi, psicoterapeuti, insegnanti, educatori professionali, a coloro i quali si occupano delle relazioni umane attraverso la presenza e l’ascolto.

Come si svolge

L’Osservazione Diretta promuove la  comprensione del fenomeno osservato attraverso le diverse fasi che la compongono: un primo momento di presenza dichiarata e astinente, un successivo passaggio legato all’ elaborazione e alla scrittura solitaria e infine la discussione in gruppo per integrare e arricchire il lavoro svolto valorizzando e mettendo in evidenza pensieri, particolari, indizi, ipotesi.
La conclusione dell’osservazione prevede la restituzione ai soggetti osservati, costruita in base alla natura del gruppo, ai suoi componenti,alla richiesta iniziale; una restituzione  che accompagni alla comprensione dei segnali di un possibile cambiamento.
Questo processo è necessario per la formazione all’osservazione e per l’osservazione nella formazione, per tutte quelle figure che lavorano in presenza e con la presenza dell’altro con l’obiettivo di apprendere una presenza astinente, formarsi all’ascolto di ciò che non è detto e non è visto, riconoscere i segnali dell’attività psichica.

Per informazioni e iscrizioni

Sono attivi, con cadenza quindicinale pomeridiana presso la sede di Apeiron,  due  corsi sulla metodologia dell’ “OSSERVAZIONE DIRETTA”.
Un corso base (con durata da uno a tre anni), con accesso aperto a tutti gli interessati (tirocinanti, insegnanti, operatori sociali, psicologi …), che prevede nel primo anno lo svolgimento completo del percorso osservativo fino alla restituzione ai soggetti osservati delle riflessioni maturate e discusse nel gruppo di riferimento sulla base dei “protocolli osservativi” proposti.   Il percorso, ripetuto negli anni successivi, permette di   ampliare e affinare  l’esperienza formativa. Viene rilasciato un attestato di partecipazione.
Un corso avanzato, con accesso aperto a coloro che hanno frequentato il corso base e nel quale vengono riportate e approfondite le esperienze osservative nella logica di una  “formazione permanente” .

A chi rivolgersi:
Dott.ssa Paola Cecchetti paola.cecchetti1941@gmail.com
Dott.ssa Lucia Salvemini luciasalvemini21@gmail.com
Dott.ssa Marisa Andalò marisa.anda@alice.it